Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Come eliminare i punti neri: maschere Egg Pore di Tony Moly

Come eliminare i punti neri: maschere Egg Pore Tony Moly e rimedi naturali

Parlare di punti neri  e pori dilatati fa abbastanza schifo, lo so, ma  dato che ancora non hanno inventato  l’effetto photoshop  o i filtri Snapchat da asporto conviene discuterne tra di noi e scambiarci i nostri segreti su come eliminare efficacemente i punti neri e ottenere una pelle omogenea.

Essendo portatrice di pelle mista/grassa ho combattuto fin dall’adolescenza con questi ospiti indesiderati, che nel mio caso si concentrano prevalentemente nella zona del naso. Ho provato di tutto, dai vapori del pentolozzo pieno d’acqua bollente con successiva tortura manuale ai cerottini e alle maschere, ma i rimedi contro i punti neri che mi sono sembrati più efficaci sono la combinazione di 2 maschere facciali di Tony Moly e un rimedio della nonna completamente naturale e a bassissimo costo. Vediamoli insieme nel dettaglio.

Come eliminare i punti neri: Egg Pore Tony Moly

Come eliminare i punti neri: maschere Tony Moly e rimedi naturali

Egg Pore Blackhead Steam Balm / Balsamo anti-punti neri

Ero piuttosto scettica sull’efficacia dei prodotti Tony Moly, prima di provare questo prodotto. Per chi non lo conoscesse, Tony Moly è un marchio coreano di prodotti cosmetici e di bellezza, famoso per i sui pack giocosi e kawaii (avete presente lo stick contorno occhi a forma di panda, la maschera notte a banana o le maschere viso in tessuto?). Mi dicevo che se avevano bisogno di confezioni così carine probabilmente i prodotti non erano granché, e il mio pregiudizio era stato in parte confermato da qualche INCI deludente su cui avevo buttato un occhio. In realtà Tony Moly è un brand che mixa tecnologia all’avanguardia e ingredienti naturali, il tutto racchiuso in packaging accattivanti; come per tutti i brand, alcuni prodotti hanno formulazioni migliori di altri, e se siete attente alle sostanze che mettete sulla pelle conviene sempre guardare la lista degli ingredienti per comprare in modo consapevole, di qualunque marchio si tratti.

L’Egg Pore Blackhead Steam Balm è un balsamo anti-punti neri ad effetto riscaldante ed esfoliante racchiuso in una (deliziosa) confezione a forma di uovo, perché tra gli ingredienti annovera estratto di tuorlo e polvere di guscio d’uovo che danno elasticità ai pori ed evitano la disidratazione della pelle mentre la nutrono e regolarizzano la produzione di sebo. Altro ingrediente naturale è l’aceto di vino, che ha proprietà purificanti e addolcenti.

Come eliminare i punti neri: Egg Pore Tony Moly

La maschera ha una consistenza semi-trasparente e gelatinosa con piccoli granuli (foto sopra: ovetto più chiaro) che si trasforma in una patina bianca una volta spalmata sulla pelle: bisogna applicarne una quantità adeguata (ne basta poca) e massaggiarla delicatamente per 3-5 minuti sulle zone interessate (naso, mento, zona a T o anche su tutto il viso). Si sviluppa un leggero calore che fa aprire i pori della pelle e permette di eliminare efficacemente punti neri, sebo in eccesso e cellule morte senza bisogno di fare bagni di vapore. Il balsamo va poi sciacquato con acqua tiepida. Poiché ha un effetto esfoliante e di pulizia profonda questa maschera va utilizzata 1-2 volte a settimana al massimo.

È un prodotto che mi sta piacendo molto: lo trovo efficace ma delicato, lascia la pelle opacizzata, fresca e luminosa ma non secca e con l’utilizzo costante si vede un netto miglioramento sia a livello di comedoni / punti neri che di pori dilatati.

INCI

Glycerin, Isopropyl Myristate, Polyglyceryl-3 Methylglucose Distearate, Polysorbate 80, Cetearyl Alcohol, Water, Titanium Dioxide (CI 77891), Glyceryl Stearate, Fragrance, Cellulose, PEG-100 Stearate, Zea Mays (Corn) Starch, Phenoxyethanol, Mannitol, Ethylhexylglycerin, Caprylyl Glycol, Hydrogenated Lecithin, Shellac, Camelia Sinensis Leaf Powder, 1,2-Hexanediol, Hydroxypropyl Methylcellulose, CI 77492, Hydroxypropylcellulose, Panthenyl Triacetate, Vinegar, Egg Shell Powder, Ascorbic Acid, Tocopheryl Acetate, Iron Hydroxide, Egg Yolk Extract, Xanthophyll, Butylene Glycol, Charcoal Powder, Sea Salt.

[Glicerina, Isopropyl Myristate, Polyglyceryl-3 Metilglucosio Distearato, Polisorbato 80, Alcol cetilstearilico, Acqua, Biossido Di Titanio (CI 77891), Glyceryl Stearate, Profumo, Cellulosa, PEG-100 Stearate, Amido di mais, Fenossietanolo, Mannitolo, Ethylhexylglycerin, Caprylyl Glicole, Lecitina Idrogenata, Shellac (??), Polvere di foglie di tè, 1,2-Hexanediol, Idrossipropilmetilcellulosa, CI 77492, Idrossipropilcellulosa, Panthenyl Triacetato, Aceto, Guscio d’uovo in polvere, Acido Ascorbico, Acetato di Tocoferolo (Vitamina E acetato), Idrossido di ferro, Estratto di tuorlo, Xanthophyll, Butilene Glicol, Carbone in Polvere, Sale Marino]

Prezzo, quantità  e dove acquistare

Il contenuto è di 30 gr. e costa € 14,90.

Come tutti i prodotti Tony Moly, anche Egg Pore Blackhead Steam Balm in Italia viene distribuito in esclusiva nelle profumerie Sephora, oppure lo trovate su Amazon 

Come eliminare i punti neri: Egg Pore Tony Moly

 

Egg Pore Tightening Cooling Pack / Maschera rinfrescante che restringe i pori

Questa maschera rinfrescante è il secondo step della cura contro i punti neri e i pori dilatati proposta da Tony Moly. Ha una consistenza particolare: all’occhio sembra granulosa ma al tatto risulta una crema morbida, tipo “panna montata” (anche se “sbriciola” un po’). La trovo più “tradizionale” del balsamo contro i punti neri, che scalda e cambia consistenza: questa maschera a base di argilla, sale marino, aceto e guscio d’uovo in polvere si applica sulle zone interessate dai pori dilatati e si lascia in posa per 10-15 minuti, fino a quando non si secca, e poi va risciacquata abbondantemente.

Avendola acquistata in un momento successivo rispetto all’altro ovetto ho avuto meno tempo per testarla a fondo: la trovo una buona maschera ma finora non mi ha esaltato come il balsamo, anche se probabilmente i benefici del loro utilizzo combinato si vedranno col tempo e la costanza.

Per completare il pacchetto dovrei provare anche i cerottini per i punti neri, sarà il prossimo acquisto.

INCI

Water, Kaolin, Butylene Glycol, Bentonite, Titanium Dioxide (CI 77891), Acrylates Copolymer, Sodium Hyaluronate, Zea Mays (Corn) Starch, Vinegar, Egg Shell Powder, Sea Salt, Glacier Water, Perfluoronexane, Tromethamine, PEG-60 Hydrogenated Castor Oil, Cellulose Gum, Perfluorodecalin, Potassium Alginate, Pentafluoropropane, Disodium EDTA, Phenoxyethanol, Chlorphenesin, Caprylyl Glycol, Ethylhexylglycerin, Fragrance.

[Acqua, Caolino, Butilene glicol, Bentonite, Biossido di titanio (CI 77891), Copolimero acrilico, Ialuronato di sodio, Amido di mais, Aceto, Guscio d’uovo in polvere, Sale marino, Acqua di Ghiacciaio, Perfluoronexane, Trometamina, PEG-60 Olio di ricino idrogenato, Carbossimetilcellulosa, Perfluorodecalin, Potassio alginato, Pentafluoropropano, Disodium EDTA, Fenossietanolo, Chlorphenesin, Caprylyl glicole, Ethylhexylglycerin, Profumo.]

Prezzo, quantità  e dove acquistare

Il contenuto è di 30 gr. e costa € 14,90

Egg Pore Tightening Cooling Pack si acquista da Sephora oppure su Amazon (link diretti).

 

Come eliminare i punti neri con un metodo naturale: bicarbonato e limone

Un rimedio naturale e casalingo che trovo molto efficace per rimuovere i punti neri e restringere i pori è la pulizia con una pastella a base di bicarbonato di sodio e succo di limone: il classico rimedio della nonna che funziona!

Come si prepara? È molto semplice e praticamente a costo zero, basta aprire la credenza: in una ciotolina mescolare un cucchiaio di bicarbonato di sodio con un cucchiaio di limone fino a ottenere una pappetta morbida ma non troppo fluida (ovunque ho letto di non utilizzare utensili metallici per mescolare, così io vado semplicemente di dito e taglio la testa al toro!). Vi accorgerete che limone e bicarbonato generano una strana reazione chimica e producono una schiumetta bianca e frizzante: non preoccupatevi, è normale e si esaurisce in pochi secondi.

La pappetta di bicarbonato e limone si applica con massaggio delicato sulla pelle struccata e pulita, dove abbiamo punti neri e pori dilatati, e va lasciata in posa un paio di minuti prima di risciacquare. Io mi concentro sul naso e sul mento, al massimo un po’ sulla fronte ma evito le zone dove la pelle è più secca e delicata perché l’azione di questo composto è piuttosto aggressiva. Infatti, la pulizia con limone e bicarbonato non va ripetuta più di una volta ogni 2 o 3 settimane perché si rischia di irritare la pelle, ma i risultati si vedono eccome. Dopo l’applicazione è consigliabile idratare la pelle con le nostre creme e trattamenti abituali.

Ecco, queste sono le mie armi contro impurità e punti neri, se conoscete qualche altro segreto fatemi sapere che la battaglia non è mai finita!

xoxo
signature
1 Response
  • Chiara
    marzo 24, 2017

    non vedo l’ora di provare questi prodotti 🙂

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *