Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Come personalizzare una giacca con i ricami termoadesivi

Posted on 0 No tags 0

Ricami, patch e toppe termoadesive: come personalizzare i propri capi in modo facile e veloce

Come ho trasformato una giacca militare

Ve ne sarete accorte, anche per questa stagione continua ad essere di tendenza lo stile militare, che si esprime soprattutto in giacche, parka e camicie nel tipico verde spento. Di fianco ai modelli più classici molti brand propongono giacche arricchite da decorazioni, patch e ricami che ingentiliscono il mood casual-austero-sessantottino di questo stile e gli regalano un’aria molto più street style, ed è proprio questo trend-dentro-al-trend che ha colpito la mia attenzione. Dopo averlo visto in negozio e addosso a qualche ragazza incrociata per strada, volevo fortissimamente volevo un parka ricamato. Ma di parka ne ho già almeno un paio, a comprarne un altro mi sentivo in colpa… E qui Marbet mi è venuta in aiuto! Marbet è un’azienda che produce e commercializza articoli di merceria, tra cui un sacco di soluzioni per la cura e la manutenzione del guardaroba come ad esempio i ricami termoadesivi. Ecco come soddisfare il mio desiderio: personalizzando con i patch termoadesivi un parka già in mio possesso!

E così ho fatto.

Il procedimento è davvero semplicissimo, a prova di impedita (come me!) e non serve avere nessuna capacità o conoscenza di cucito o fai da te.

Questa è la giacca che ho scelto di personalizzare:

Si tratta di una vera giacca militare, presa anni fa a Parigi per 5€ in un pulciosissimo negozietto vintage del Marais perché avevo appena letto “La Parigina. Guida allo chic” di Ines de la Fressange e la giacca militare era indicata come un must per le aspiranti parigine di tutto il mondo. Ricordo che ho dovuto lavarla almeno 5 volte di fila per toglierle l’odore di naftalina, e ancora adesso se la annuso attentamente ne percepisco il sentore. Anche se ormai non la metto più ha sempre superato i momenti di grandi pulizie, cambio armadi e decluttering perché è un souvenir di viaggio e di fronte ai ricordi non c’è Marie Kondo che tenga: ci sono affezionata. Perché quindi non darle nuova vita e renderla più carina?

La cosa più difficile è stata decidere come disporre i ricami, ma una volta superata questa fase creativa il gioco è semplicissimo: basta posizionare la parte termoadesiva verso il basso, proteggere con un panno mentre si pressa per 25-30 secondi col ferro da stiro caldo (temperatura lino o cotone) e ripetere l’operazione a rovescio. Et voilà le jeux sont fait!

Questo è il risultato finale:

Come vedete, il DIY è stato facilissimo, il lavoro è perfettamente riuscito e i ricami sono davvero di buona qualità. L’unica pecca è ovviamente imputabile a me: ho trascurato il dettaglio marginale di avere delle tette, che pensa un po’ sono anche tridimensionali e occupano (molto) spazio! Una volta indossata la giacca, infatti, mi sono resa conto che i ricami sono un po’ spostati verso l’ascella e col senno di poi li avrei posizionati più centrali. Del resto ho il seno da appena 30 anni, è facile dimenticarsene. Per le imbranate come me il mio tip quindi è di valutare l’effetto del capo indossato e magari segnare la posizione dove posizionare il ricamo così da evitare questi errori da principiante.

Con i ricami termoadesivi si possono personalizzare un sacco di cose: jeans e giacche in denim, t-shirt, camicie o, idea fantastica, i colletti delle camicie! Questo è il diy di Miria di Plus Kawaii, che ha realizzato con i patch di Marbet un delizioso colletto a pettorina, andate a vedere il suo tutorial.

 

I prodotti Marbet si possono acquistare in merceria (Qui potete vedere il punto vendita più vicino a voi ) o nei Marbet Point Online.

Fatemi sapere se vi cimentate in qualche progetto di personalizzazione, sono curiosa di vedere i risultati!

 

xoxo
signature

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *