Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Outfit | righe, maculato e cuissardes

La moda è fatta di corsi e ricorsi, lo sappiamo. A volte ci impiega molto a fare il suo giro, altre volte invece bastano pochi anni perchè ci riproponga cose già viste appena qualche stagione prima. È il caso dei cuissardes, ve ne siete accorte? Gli stivaloni sopra al ginocchio sono diventati famosi nel 1968 con Jane Fonda e il film Barbarella, sono tornati nel 1990 con Pretty Woman e poi di nuovo nel vicino 2009, per riemergere questo inverno dopo appena 4 anni. L’avranno forse deciso i Signori della Moda in un momento di generosità, per non farci spendere soldi e permetterci di riesumare i reperti dalla scarpiera? Non credo, ma è esattamente quello che ho fatto io, anche se di sicuro gli over the knee del 2013 avranno dei sottili ma inequivocabili dettagli che rendono i vecchi cugini assolutamente fuori moda. Meglio non indagare e godersi il riciclo.
Per restare in tema, visto che questo è il periodo dell’uscita della collezione di Isabel Marant con H&M (a proposito, qualcuna di voi si è messa in coda? Com’era dal vivo? Preso qualcosa?) ho proseguito il mio scavo archeologico riportando alla luce la maglia oversize della vecchia collaborazione con Sonia Rykiel.

Outfit semplicissimo e comodo a base di righe e cuissardes… très French, no?
Per giocare un po’ col mix&match ho pensato di abbinare alle righe bianche e nere un pattern altrettanto iconico, il maculato.

In foto rende meno che nella realtà perchè la borsa sembra più marrone che nera, e invece no, le macchioline e le parti in pelle sono proprio nere. Uno dei modi per mescolare motivi molto diversi, infatti, è quello di farli accomunare almeno per un colore così da creare l’armonia nella differenza.

maglia: Sonia Rykiel per H&M
borsa: verdementashop (rimasta solo in marrone)
jeans: GAP
stivali: Bata

Qual’è la morale di questo post “riciclone”? Se le cose sono in buono stato non buttiamo via niente che possono tornare utili (disse la donna sepolta nell’armadio)!

xoxo
signature
5 Responses

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *