Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Il panno micropeeling di Assiamedica

Chi mi segue da un po’ sa che ogni tanto mi piace sconfinare dall’ambio “moda” per parlare di un altro argomento a me caro: i prodotti di bellezza (si, solo robe serie da queste parti!).
A tal proposito, oggi vorrei rendervi partecipi di un paio di prodotti che sto usando ultimamente in quella che considero la parte più importante del make-up, ovvero lo strucco.
So che è noioso, che di sera preferiremmo farci strappare la pelle piuttosto che metterci li col latte detergente a tirare via i residui quasi invisibili del trucco della giornata ma credetemi, se volete avere una bella pelle e soprattutto mantenerla nel tempo, la pulizia del viso è il momento fondamentale di ogni beauty routine degna di questo nome. Siccome neanch’io, come credo la totalità della popolazione femminile, mi diverto a struccarmi, sono sempre alla ricerca di soluzioni rapide ed efficaci e stavolta sono convinta di aver trovato il metodo giusto:

Amiche mie, acqua micellare e panno Assiamedica is the way, credetemi: 3 minuti e passa la paura. Su Facebook  ve lo avevo anticipato un paio di settimane fa di aver acquistato questo magico panno di cui aveva parlato anche Clio, ma ho aspettato di testarlo per bene prima di parlarvene.

Adesso che lo ho riguardato mi sono accorta che Clio usa anche la stessa acqua micellare della Bioderma! 
Questo particolare non me lo ricordavo 🙂

Trovo abbastanza inutili tutti i passaggi con lo struccante che fa Clio, io semplicemente imbevo 2 dischetti di cotone con l’acqua micellare e li passo per bene su viso e occhi. Sto usando questa lozione di Bioderma perchè me l’ha consigliata una cara amica e poi ho letto un sacco di recensioni positive in giro per il web, ma se devo essere sincera trovo che non strucchi molto bene gli occhi e non mi sembra migliore di altre che ho già utilizzato (Laboratoires SVR o Nuxe, sempre di provenienza farmaceutica… se invece la confronto con quella di Kiko si, la differenza la noto). Comunque, al di là delle marche, l’acqua micellare è un’ottima soluzione struccante e vi confido che a volte la uso anche di mattina per lavarmi la faccia quando ho la pelle particolarmente sensibile e che “tira”.
Tornando a noi e alla pulizia serale, una volta eliminato il trucco mi strofino delicatamente con il panno micropeeling di Assiamedica inumidito con semplice acqua e strizzato, senza tralasciare il collo e facendo attenzione a non insistere troppo sul contorno occhi, zona da trattare sempre con riguardo.
Infine risciacquo e mi spalmo la crema idratante (in questo periodo sto usando ancora l’olio della Kiehl’s di cui vi avevo parlato in un post precedente).

Ho sottolineato delicatamente perchè questo panno è così morbido che sembra impossibile possa agire senza essere accompagnato da una vigorosa azione manuale ma state tranquille che invece lavora benissimo: la prima sera, presa dal sacro fuoco della lotta alle cellule morte, mi sono accanita con la manopola per la pulizia della zona T con forza da manovale come se da mento naso e fronte dovessi levare strati di fango incrostato, col risultato di ritrovarmi tutta rossa, irritata e scorticata per un paio di giorni. Quindi andateci piano, che funziona lo stesso. Anzi, meglio.
Come avete notato, oltre al panno ho acquistato anche la manopola per pulire con più facilità la zona T ma sinceramente non la trovo indispensabile per le mie necessità.

Sono molto soddisfatta di questo prodotto e i risultati si vedono in pochi giorni: sul panno restano tutti i residui di trucco (che si lavano con semplice sapone) mentre la pelle risulta visibilmente pulita e luminosa. Non so se è una casualità ma da quando lo utilizzo sto risolvendo i problemi di brufoli sotto la mascella, forse il peeling quotidiano elimina in profondità il sebo e la sporcizia occulta che vanno a ostruire i pori e generano gli schifosi brufolazzi.

Se siete alla ricerca di una buona soluzione naturale per la pulizia del viso credo proprio che non resterete deluse… E giuro che non sono stata pagata o ricompensata in nessun modo per scrivere questo post!

xoxo
signature
10 Responses
  • Miria - Plus... kawaii!
    febbraio 6, 2013

    io uso un pò un mix di prodotti più o meno eco-bio, ma l'acqua micellare Bioderma e il panno medito di comprarli da un pò, ma non mi sono mai presa la briga di cercarli più di tanto… il panno l'hai preso on-line?

    • verdementa
      febbraio 6, 2013

      Si l'ho preso nel loro sito. Oltretutto spedizione velocissima, in un giorno è arrivato 🙂

  • Anonymous
    febbraio 6, 2013

    Io (vergogna suprema!) mi strucco con il primo sapone di infima qualità che riesco a raccattare nei paraggi di un lavandino 😀 so che un giorno ne pagherò le tragiche conseguenze, ma la pigrizia vince sulla prospettiva di arrivare ai 30 già rugosa e decrepita U_U

    • verdementa
      febbraio 6, 2013

      Nuooo non posso sentire queste cose, eresiaaaa!<br />:D<br />io se mi lavo col sapone ottengo una pelle tipo cartapesta, secchissima, che tira. Se tu però ti trovi bene… Però prova con uno struccante di quelli schiumogeni, alla fine è la stessa gestualità e velocità che usare il sapone, magari è la formula che fa per te!

    • Anonymous
      febbraio 7, 2013

      Ahahahah! Sì, stavo iniziando a valutare l&#39;idea 😀 devo dire però che la mia pelle sembra sopportare bene la tortura…non è ne&#39; secca nè grassa, per ora! Comunque hai ragione. Vergogna su di meeeeee!<br /><br />

  • mina
    febbraio 7, 2013

    acqua micellare? cioè? acqua e olio…?

    • verdementa
      febbraio 7, 2013

      No, acqua e olio credo siano gli struccanti bifasici, quelli con una parte blu che resta in sospensione e vanno agitati prima dell&#39;uso, per capirci. L&#39;acqua micellare è una soluzione trasparente, credo composta di acqua e leggeri tensioattivi che rendono il trucco idrosolubile. La trovi anche da kiko o sephora ma i prodotti migliori sono in farmacia.

  • Francesca F
    aprile 13, 2014

    Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • Francesca F
    aprile 13, 2014

    Ciao, per una pelle grassa e impura, cosa consigli tra: panno in microfibra, dischetto dentellato in silicone (SEPHORA) e spazzola viso (KIKO)? Potrei usare il dischetto la mattina con il detergente, la spazzola la sera, sempre con il detergente a seguire, per completare la detersione, il panno umido?

    • Mah, non vorrei che fosse troppo stressante per la pelle tutto questo susseguirsi di spazzolamenti… Di queste alternative conosco solo il panno Assiamedica e non posso che consigliartelo, oltretutto va benissimo per la pelle impura! Fammi sapere 🙂

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *