Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

La Parigina. Guida allo chic

Posted on 26 0

Il mondo editoriale si sta mobilitando per rendermi antipatiche le francesi.

È iniziato tutto con un libro che fin dal titolo ha stuzzicato la mia curiosità stizzita di donna rotonda sempre in bilico tra il sentirsi bene nelle proprie curve e il desiderio di essere più sottile: Le francesi non ingrassano, di Mireille Giuliano.

Embè, mi sono detta, com’è che queste francesi non ingrassano? Ci contendono lo scettro della cucina migliore del mondo e mentre noi povere italiane facciamo i conti con un congenito fisico mediterraneo le nostre cugine d’oltralpe non mettono su un etto e sfilano filiformi sulla Rive Gauche della Senna? Sembrerebbe di si. E senza diete, che non è chic! Pare mangino pranzi e cene di due o tre portate, annaffiati da un buon bicchiere di vino, ma siano capaci di alzarsi da tavola senza essersi abbuffate e senza sensi di colpa. Secondo questo libro le francesi non digiunano mai tanto da essere affamate, non hanno bisogno di alcuna occasione speciale per stappare una bottiglia di vino e si vestono carine anche per andare a buttare la spazzatura, perché non si sa mai.

Giustissimo, hanno ragione e un tale gioioso controllo ha tutta la mia stima. Ma come non iniziare a nutrire una certa insofferenza?

Ben conscia del mio sentimento ambivalente, qualche giorno fa non mi sono sottratta dall’acquisto di “La Parigina. Guida allo chic” di Ines de la Fressange, musa di Karl Lagerfeld, icona di stile, stilista e ora autrice e illustratrice di questa guida allo stile parigino.

Per continuare con le virtù delle donne francesi, qui condensate nelle rappresentanti della capitale, la donna parigina

Evita i coordinati: mescola sapientemente cheap and chic, aborre il total look ed è maestra nell’abbinare una it bag con un vecchio golfino in cachemire riuscendo ad apparire assolutamente glam in modo del tutto casuale.

Odia il “bling bling”: non è appariscente, non indossa loghi evidenti e detesta i gioielli vistosi. Non va a caccia del marito miliardario (e infatti Carla Bruni è italiana)

Ama andare a caccia di nuove griffes: soprattutto se sono poco conosciute, molto creative e poco costose. Preferisce scoprire un tesoro nella bancarella di un mercato che sfoggiare l’ultimo must have di stagione.

Sa che il segreto dello stile è sentirsi a proprio agio nei vestiti: se non ci si trova, va a cambiarsi.

Non ha idoli e icone di stile: attinge ispirazione dalla strada, proprio come gli stilisti.

Diffida del buon gusto: conosce le regole ma si prende la libertà di ignorarle. Prima di YSL chi avrebbe mai pensato che nero e blu stessero così bene insieme?

E molto altro ancora.

Morale della favola? Libro divorato in 3 ore e 30 minuti (il tempo di un viaggio in treno Milano-Treviso) e un sacco di consigli utilissimi, non soltanto per l’abbigliamento ma anche su come arredare, ricevere gli ospiti, fare shopping, mangiare, dormire e divertirsi a Parigi. Una voglia matta di prendere il primo volo per la capitale munita solo di carta di credito e di questa guida, per tornare a casa in perfetto stile parigino, così easy, così chic, così deliziosamente snob.

Ma si, in fondo le francesi non sono tanto male.

PS: spero sia chiaro che il mio è un intento ironico, che non ho nulla contro francesi e parigine, anzi, e che consiglio la lettura di questo libro, davvero carino, divertente e pieno di dritte interessanti 🙂

xoxo
signature
26 Responses
  • Laura
    maggio 7, 2011

    Basta, ora lo compro pure io questo libro!!!

  • Titti
    maggio 7, 2011

    Ce l&#39;ho in francese, che è meraviglioso, ma lo prendo pure in italiano, vah… io adoro Inès!<br />Il primo libro ce l&#39;ho anche io, è divertente e ogni tanto me lo rileggo, quando sono a dieta.. mi conforta!<br /><br />baci tesoro, Titti<br /><br />http://dellaclasseedialtremusiche.blogspot.com/

  • VerdeMenta
    maggio 7, 2011

    @ Laura: perchè basta? <br /><br />@ Titti: è vero, in fondo le francesi hanno semrpe ragione 😉

  • Myriam
    maggio 7, 2011

    quanto mi piace lo stile parigino! avevo intenzione di comprare questo libro anch&#39;io…e dopo la tua recensione mi sa che lo farò 😉

  • Caia
    maggio 7, 2011

    le francesi non ingrassano l&#39;ho recensito anche io, perche&#39; e&#39; il mio must in tema!<br />io abbraccio totalmente quello stile, e non perche&#39; sia filiforme e annaffi tutto a botta di champagne, ma perche&#39; scelgo la qualita&#39;, non mi strafoco, ma mi sazio, mangio solo se ho fame e sorseggio invece di bere. insomma tutto questo per stare bene nel mio corpo che e&#39; sano, in

  • Francesca R
    maggio 7, 2011

    da come lo hai recensito mi sembra davvero carino! Mi sa che me lo compro<br />Bax<br />http://dontcallmefashionblogger.blogspot.com

  • momben.com
    maggio 7, 2011

    certo che si è capita l&#39;ironia, ti ho letta davvero con un sorriso. Molto divertente!<br />e mi sa che corro in cartoleria, non lo conoscevo questo libro. grazie per la dritta.<br />ciao momben.com

  • Piperpenny
    maggio 7, 2011

    Anche io ho ordinato il libro di Ines, è da tanto che aspettavo uscisse… non vedo l&#39;ora mi arrivi!!!<br />Ho un unico appunto al tuo post: a me non sembra proprio che i francesi ci contendano lo scettro della cucina più buona del mondo… o sono l&#39;unica a cui la cucina francese non piace per nulla?? (Oddio, crepes alla nutella a parte ;-))

  • Eva
    maggio 8, 2011

    Sì, lo voglio!<br />Devo averlo!<br />Fantastiche le tue delucidazioni post lettura, geniale quella sulla Bruni. <br />Baci baci

  • BaiLing
    maggio 8, 2011

    Che bellino questo libro!<br />Lo voglio!!!<br />(Quello sulle francesi che non ingrassano no però perché rischierei di farmi venire l&#39;ulcera dal nervoso!!!)<br />Comunque posso testimoniare che è tutto vero: nella mia esperienza le parigine sono sempre meravigliosamente chic e ben vestiste, sempre sobrie e deliziose a un tempo, sempre perfette ed impeccabili ma con l&#39;aria che sia la cosa

  • eleleo
    maggio 9, 2011

    concordo….perennemente stupende, da loro ho preso il vizio di tapparmi anche per andare a far la spesa, io che prima uscivo praticamente in pigiama se non dovevo vedere amici/fidanzati…(per i parenti andava benissimo il quasi pigiama XD)

  • CoffeeBlooms
    maggio 9, 2011

    Sembrano molto carini entrambi, ma tra i due mi ispira di più quello di Ines De la Fressange ( che ho visto giusto l&#39;altro giorno in tv mentre promuoveva questo libro)! 🙂

  • L'armadio del delitto
    maggio 9, 2011

    Eh non sono così male le francesi! <br />Comunque a proposito del fatto (vero) che le francesi non ingrassano, ci sono due abitudini nostre che gli italiani non hanno: <br />- &quot;la mattina mangia come un re, a pranzo come un principe, e la sera come un mendicante&quot;: in Italia si fa il contrario: tre poveri biscotti la mattina (fame alle 11), un panino a pranzo (fame alle 16), un enoooorme

  • Giulia M.
    maggio 9, 2011

    Adoro Ines (e il suo stile perfetto!), ho già letto diverse recensioni e credo proprio che correrò in libreria!

  • Anonymous
    maggio 9, 2011

    Io ho preso il libro, e subito dopo un paio di jeans bianchi, e poi due maglioncini di Eric Bompard.<br />Poi mio marito me lo ha sequestrato, vedendomi alla ricerca di un paio di ballerine Porselli.<br />Bua….<br /><br />Ciao e grazie per il blog, è carinissimo e ti seguo sempre!

  • Lela - seaseight
    maggio 10, 2011

    Libri interessanti! Mi hai fatto venire voglia di comprarli!!<br />Uff… leggo la &quot;testimonianza&quot; di Cécile e mi viene ancor di più rabbia!! Le francesi non ingrassano davvero?? che p….<br /><br />PS: bella la tua recensione! Bello lo stile grafico del secondo libro

  • Karina F.
    maggio 10, 2011

    M sa che lo comprerò anch&#39;io.. devo capire come funziona la faccenda del vino 😛 ihihih

  • Ms. Bunbury
    maggio 10, 2011

    Bella latua recensione! Questo libro, come quelli simili nel loro genere (vedi quelli della Felicetti), che sembra riescano a dettare delle regole assolute nell&#39;incasinato mondo della moda, mi sono sempre piaciuti. Ecco, poi magari non si sposa con la mia atavica insofferenza per la francia (portate pazienza…sarà che amo troppo gli inglesi???), ma merita una lettura. C&#39;è sempre da

  • Scix
    maggio 10, 2011

    davvero divertente qst post. è vero le parigine e la loro Joie de vivre…tanto da imparare da loro!!

  • isa
    maggio 10, 2011

    &quot;l&#39;eleganza non sta nell&#39;indossare abiti costosi ma nel saperli abbinare.Meglio tenersi alla larga dai coordinati e da troppi gioielli&quot;… ho scritto un piccolo articolo sull&#39;eleganza e la prima frase era proprio di Ines De La Fressange… e si, abbiamo ancora da imparare dalle francesi..ma anche noi ci difendiamo bene!<br />complimenti per il tuo blog, lo seguirò spesso.<br

  • Tiziana
    maggio 10, 2011

    Mi hai convinta! Domani lo compro…e prenderò anche l&#39;altro!<br />Proprio oggi ho letto…che le donne parigine non eccedono nel mangiare, altrimenti rovinano il sapore del cibo! Sarà…<br />Ti seguo con piacere ;)<br />Tiziana

  • clorofilla (zuckerfrei).
    maggio 12, 2011

    Ma che bellino 🙂 Chissà se riuscirò a trovarlo!

  • Myriam
    maggio 14, 2011

    l&#39;ho preso 😉

  • Haze
    giugno 6, 2011

    Mi ispira molto, lo dovrò prendere!<br />Io invece sapevo che bevevano molta acqua al posto di mangiare… ma mi sa di sciocchezza. <br /><br />Mi piace il tuo blog, ti seguo 🙂

  • Anonymous
    agosto 4, 2011

    cavolo questo libro mi tenta sempre di più :D<br />sono appassionata di moda parigina da sempre, anche se fortunatamente devo dire che mi ritrovo molto nel buonsenso di questi principi e consigli, che oggi vanno ribaditi perchè c&#39;è molta pacchianeria in giro!<br />ines è sempre stata così diversa, non bellissima,almeno non in senso canonico, fisico a parte, ma effettivamente very very

  • Viky
    aprile 20, 2012

    Anche io ho letto il libro di Ines de la Fressange!<br />E&#39; uno dei libri a cui tengo di più e l&#39;ho trovato bellissimo fin da subito! 😀

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *